lunedì 3 aprile 2017

MATERIALI "INCONTRO DI AMICIZIA" con P.Deidda sj

INCONTRO DI AMICIZIA

in occasione degli 80 anni di P.Enrico Deidda sj

Cagliari 18 marzo 2017









  slideshow LE FOTO

--- 

Un percorso a tappe di AMICIZIA

P. Enrico ripercorre la sua vita attraverso le città
e i vari colori dell'amicizia che hanno rappresentato per lui. 


L'AMICIZIA

Quaggiù non c'è

nulla di più santo da desiderare,

nulla di più utile da cercare,

nulla più difficile da trovare,

niente più dolce da provare,

niente più fruttuoso da conservare

dell'amicizia.

(Aelredo di Rievaulux)


CHIERI (1970-1975)

“Amicizia è cuore che si espande e vive con gusto le diversità”


GENOVA (1975-1987)

“L'amicizia sprona alla fiducia e alla collaborazione e rende fecondo anche il dolore”


ROMA (1987-1994)

“L'amicizia è apertura di orizzonti e di ospitalità”


NAPOLI (1994-2000)

“L'amicizia con Gesù rende praticabile anche ciò che enormemente ti supera”


FIRENZE (2000-2005)

“Amicizia è un oltre in intensità con i vicini, e oltre le paure con i “lontani”

e sempre: “Amicizia è liberazione delle energie di bene che sono negli altri”


CAGLIARI (2005-oggi)

“Amicizia è ritrovarsi nella speranza, accettando i cambiamenti propri e degli altri”


TRE COSE

Di tutto restano tre cose:

la certezza che stiamo sempre

iniziando,

la certezza che abbiamo bisogno di

continuare,

la certezza che saremo interrotti

prima di finire.

Pertanto, dobbiamo fare:

dell'interruzione un nuovo cammino,

della caduta un passo di danza,

della paura una scala,

del sogno un ponte,

del bisogno un incontro.

(Fernando Pessoa)

--- 

"L'accompagnamento spirituale

e le sfide del nostro tempo"




--- 

🔊Audio: Omelia S.Messa 19/03/2017  P.Enrico🔊

Deus ti salvet Maria

(Ave Maria in sardo, nella versione di De André)
 


Deus ti salvet, Maria

chi ses de gratias piena

de gratias ses sa vena

e sa currente.

Su Deus Onnipotente

cun tegus est istadu

pro chi t'hat preservadu

immaculada.

Beneitta e laudada

subra tottus gloriosa

Mamma, Fiza e Isposa

de su Segnore.

Beneittu su fiore

su fruttu de su sinu,

Gesus, Fiore Divinu,

Segnore nostru.

Pregade a Fizu 'ostru

pro nois peccadores

chi tottus sos errores

nos perdonet.

Ei sa gratia nos donet

in vida e in morte,

e in sa diciosa sorte

in Paradisu.

GRAZIE P. ENRICO!