venerdì 22 dicembre 2017

Auguri di Natale

BUON NATALE!

Carissimi amiche e amici,
il Natale, con il figlio di Dio che viene ad abitare in mezzo a noi e si presenta come piccolo bambino, è ormai alle porte.
Mi piace sentirmi unito a voi - con cui condividiamo il dono degli esercizi spirituali che ci è dato di vivere e gustare come esperienze dell'intera famiglia - nell'attesa di questo semplice e grande evento, inizio visibile della nostra salvezza.
Vi offro i due momenti della mia preghiera di questi giorni:

Il primo è l'espressione di un vuoto e di un'attesa: 
la sedia vuota dipinta da Van Gogh lo manifesta
La sedia di Gauguin - Vincent van Gogh  1888 - National Gallery - Londra
 
Quella sedia, semplice ma ben rifinita, è il tuo cuore, è il mio cuore, è il grembo della tua famiglia.
I due libri buttati lì in disordine sono quello che sappiamo, quello che abbiamo e che non ci basta. 
Ma c'è anche una piccola fiamma vibrante che brilla e rimane accesa: è il nostro cuore che non si rassegna e arde del desiderio che quel posto venga occupato da Chi può riempire, senza delusioni, la nostra vita.

Il secondo: davanti al Figlio di Dio che è nato mi fermo a fissarlo, stupito, quasi incredulo, ma con nel cuore
tanta pace profonda che si colora lentamente di immensa gratitudine.  
Karl Rahner, grande teologo gesuita del novecento, ci guida in questa breve e intensa contemplazione.

"Dio è venuto. È qui. E di conseguenza tutto è diverso da quello che a noi appare. 
Noi siamo chiamati a contemplare in tutto il suo splendore il volto stesso di Dio.
Proclamare che è Natale significa affermare che Dio, attraverso il Verbo fatto carne, 
ha detto la sua ultima parola, la più profonda e la più bella di tutte;
l’ha immessa nel mondo e non potrà più riprendersela, 
perché si tratta di un’azione decisiva di Dio, 
perché si tratta di Dio stesso presente nel mondo. 
Ed ecco ciò che dice questa parola: “Mondo, ti amo! Uomo ti amo!” …
Questa parola d’amore fatta carne viene a dirci che fra il Dio eterno e noi deve stabilirsi
una comunione personale la cui intimità è quella di un faccia a faccia e di un cuore a cuore,
una comunione personale la cui esistenza è già un fatto 
da quando il Figlio di Dio ha aperto gli occhi alla luce di questo mondo".

Sentendomi in una particolare consonanza con i miei confratelli che condividono la gioia di guidare i vostri esercizi spirituali, sento di poter interpretare anche i loro sentimenti di affetto e di auguri per voi.
Con la speranza di poterci presto sentire e magari abbracciare nel benedetto fine settimana del 27-28 gennaio, 
vi abbraccio forte  
p. Enrico sj

domenica 12 novembre 2017

"TEMPO SUPPLEMENTARE" a Roma

TEMPO SUPPLEMENTARE


DOMENICA 19 Novembre 2017

Le famiglie che hanno partecipato agli Esercizi Spirituali all'Alpe di Poti
si incontreranno per una giornata insieme,
che hanno chiamato "tempo supplementare", 
un tempo per rinnovare preghiera e amicizia,
presso la comunità delle Suore missionarie Figlie del Calvario
in via Giulio Galli 30 Roma.

Sono invitate anche le famiglie che vivono in zona Roma
e hanno partecipato agli EESS in altre sedi
e le famiglie interessate all'esperienza degli Esercizi Spirituali

Per comunicare la propria partecipazione 
telefonare a Marco Bertuccini 3393935346
o a Grazia Marchese 340 2725042

PROGRAMMA DELLA GIORNATA
Ore 10.00 arrivi
a seguire: spunti per la preghiera guidati da Anna Maria Capuani
dalle 11.00 tempo per la preghiera personale
dalle 12.30 tempo per la condivisione di coppia
ore 13.00 pranzo (ogni famiglia porterà qualcosa da condividere)
ore 15.00 condivisione di gruppo
ore 16.30 S. Messa celebrata da p. Angelo Schettini
ore 17.30 fine giornata




martedì 24 ottobre 2017

CRISTIANI NEL MONDO parla di noi

CVX E GLI EESS PER FAMIGLIE

- SULLA SCIA DI S. IGNAZIO DI LOYOLA  


Nel numero 2 della rivista della Comunità di Vita Cristiana (CVX)
di quest'anno potete trovare un ampio articolo che descrive la genesi e la crescita
degli Esercizi Spirituali per Famiglie - sulla scia di S. Ignazio di Loyola.

"La nascita di questa modalità "allargata alla famiglia" non è stata l’esito di una riflessione a tavolino, ma è venuta "dalla terra", dalla vita vissuta di alcune coppie sposate con figli piccoli, che non volevano rinunciare ai frutti di una settimana di esercizi spirituali".


"Nel giro di pochissimi anni ci si rese conto che sarebbe stato più bello e completo rendere anche i figli partecipi, con i dovuti accorgimenti, del percorso spirituale dei genitori; in questo modo da coinvolgere tutti i membri della famiglia".



Leggi tutto l'articolo a pag. 20 ➡ clicca qui

RI-C♥RDIAMO #2 (MUGNANO)

RI-CRDIAMO #2

Riprendiamo, dopo un po' di tempo, a RI-CORDARE, cioè "riportare al cuore"
immagini, parole, pensieri che hanno reso importante
l'esperienza degli Esercizi Spirituali per famiglie per la nostra vita.

Lo facciamo con l'articolo uscito sulla rivista "IL GESU' NUOVO" n.3,
il periodico trimestrale dei pp. Gesuiti del Gesù Nuovo di Napoli
e dell'Opera s.Giuseppe Moscati.

L'articolo propone tre testimonianze di questa estate
degli EESS a Mugnano del Cardinale, 
in provincia di Avellino. 






Ecco una carrellata di foto!

 

lunedì 18 settembre 2017

RI-C♥RDIAMO #1 (POTI) e TEMPI SUPPLEMENTARI

RI-CRDIAMO #1

L'estate è terminata. Il lavoro, la scuola e tutte le attività dell'anno sono riprese.
Ma i frutti degli Esercizi Spirituali per famiglie del periodo estivo continuano a 
riempirci il cuore.
E allora inauguriamo una serie di post per RI-CORDARE,
cioè "riportare al cuore"
immagini, parole, pensieri che hanno reso importante
questa esperienza per la nostra vita.

La parola-guida degli Esercizi di questa estate era: 
"Ogni tralcio che porta frutto, lo pota perché porti più frutto". (Gv 15,2)
Ecco allora il simpatico "grappolone" delle 20 famiglie
che hanno partecipato agli EESS all'Alpe di Poti dal 10 al 16 agosto,
guidati da P. Angelo Schettini sj, Sr Daniela Littamè e Anna Maria Capuani.

E proprio per continuare a gustare la gioia di essere comunità in cammino,
i cosiddetti "potini" lanciano l'iniziativa:
-TEMPI SUPPLEMENTARI-
Il primo appuntamento sarà  
una giornata di ritiro
il 19 novembre a Roma
guida: Anna Maria Capuani

L'invito è rivolto alle famiglie degli EESS a Poti
e a tutte le altre famiglie che hanno partecipato agli Esercizi in altre sedi
e che abitano in zona.
Per maggiori informazioni sul programma
e per comunicare la propria partecipazione,
scriveteci a eessfamiglie@gmail.com




martedì 18 luglio 2017

ISCRIZIONI LAST MINUTE!

E DOPO BORCA DI CADORE...

 
AL VIA TUTTE LE ALTRE SETTIMANE DI 
ESERCIZI SPIRITUALI PER FAMIGLIE!

E' appena terminata la prima delle settimane di
Esercizi Spirituali per famiglie - sulla scia di S. Ignazio di Loyola,
tra le bellissime montagne bellunesi, in un sereno clima di fraternità,
con i Padri Stefano Fossi sj e Francesco Cambiaso sj
e la guida laica Nicoletta Nardelli.

A breve inizieranno le altre settimane, in tutta Italia.

Per i ritardatari, vi segnaliamo che c'è qualche posto ancora disponibile a:

MONCLASSICO (TRENTO) dal 24 al 29 luglio 

MUGNANO DEL CARDINALE (AVELLINO) dal 7 al 12 agosto

SCHILPARIO (BERGAMO) dal 21 al 26 agosto

scriveteci a eessfamiglie@gmail.com per info e iscrizioni!

 

mercoledì 3 maggio 2017

"TERZO TEMPO" a Città di Castello

 GESU' CAMMINA CON NOI

Riconoscere i frutti degli Esercizi Spirituali dell'anno scorso per partire con slancio nella preparazione dell'esperienza della prossima estate: la pagina del Vangelo di Emmaus dà l'impronta all'ormai consueto appuntamento denominato "terzo tempo" tra le famiglie che hanno partecipato agli EESS all'Alpe di Poti.



Ecco la testimonianza di Marco e Valentina, da Viterbo:
"Anche quest’anno abbiamo vissuto la bellissima esperienza del “terzo tempo” con le famiglie che nell'estate scorsa hanno partecipatoto gli esercizi spirituali all’Alpe di Poti. Domenica 30 Aprile eravamo una decina di famiglie provenienti da varie città del centro e del nord Italia, l’accoglienza come al solito ad opera della premurosa generosità di suor Daniela Littamè che è ormai uno dei punti di riferimento di questa nostra esperienza. Ci siamo ritrovati presso la comunità delle Piccole Ancelle del Sacro Cuore, la congregazione di suor Daniela, a Città di Castello (Pg), una giornata vissuta nella preghiera e nella fraternità, all’inizio con la S. Messa celebrata presso il santuario della Madonna delle Grazie, dove abbiamo affidato al Cuore di Maria tutte le nostre famiglie e tutte le famiglie della rete degli esercizi e poi dopo il pranzo, un incontro di condivisione a partire dal Vangelo della Domenica dei discepoli di Emmaus, con alcuni spunti di riflessione di suor Daniela, attraverso il quale abbiamo potuto sentire e gustare come Gesù si fa nostro compagno di viaggio per scardinare il nostro cuore deluso e donarci la sua gioia e il suo amore, un amore che fa davvero ardere il cuore perché ci dona la consapevolezza che il Signore non si stanca mai di restare con noi nelle vicende della nostra vita. Al termine della condivisione abbiamo messo a punto alcuni dettagli organizzativi per gli esercizi della prossima estate e poi pieni di gioia e gratitudine ci siamo incamminati per tornare alla Gerusalemme del nostro quotidiano…"
Appuntamento per tutti alla prossima estate dove siamo già pronti per metterci in ascolto della voce del Signore che ci aspetta perché:
“Ogni tralcio che porta frutto, lo pota perché porti più frutto” (Gv 15,2)

scarica il volantino degli Esercizi Spirituali per famiglie Estate 2017

sabato 15 aprile 2017

BUONA PASQUA!

IL NOSTRO AUGURIO

per tutti voi è di vivere in pienezza
la Grande Gioia che viene dal Risorto!
La Parola-guida che ci accompagnerà negli Esercizi Spirituali per famiglie
di questa estate ci mostra già il grande mistero:


Ecco le sedi e le date in cui si svolgeranno gli EESS per famiglie quest'estate

giovedì 13 aprile 2017

STABAT MATER

Vi auguriamo di vivere intensamente
il Triduo pasquale,
stando presso la Croce

Lo  facciamo con le parole di P. Alessandro Piazzesi SJ
e il dipinto di fratel Venzo, gesuita

lunedì 3 aprile 2017

MATERIALI "INCONTRO DI AMICIZIA" con P.Deidda sj

INCONTRO DI AMICIZIA

in occasione degli 80 anni di P.Enrico Deidda sj

Cagliari 18 marzo 2017









  slideshow LE FOTO

--- 

Un percorso a tappe di AMICIZIA

P. Enrico ripercorre la sua vita attraverso le città
e i vari colori dell'amicizia che hanno rappresentato per lui. 


L'AMICIZIA

Quaggiù non c'è

nulla di più santo da desiderare,

nulla di più utile da cercare,

nulla più difficile da trovare,

niente più dolce da provare,

niente più fruttuoso da conservare

dell'amicizia.

(Aelredo di Rievaulux)


CHIERI (1970-1975)

“Amicizia è cuore che si espande e vive con gusto le diversità”


GENOVA (1975-1987)

“L'amicizia sprona alla fiducia e alla collaborazione e rende fecondo anche il dolore”


ROMA (1987-1994)

“L'amicizia è apertura di orizzonti e di ospitalità”


NAPOLI (1994-2000)

“L'amicizia con Gesù rende praticabile anche ciò che enormemente ti supera”


FIRENZE (2000-2005)

“Amicizia è un oltre in intensità con i vicini, e oltre le paure con i “lontani”

e sempre: “Amicizia è liberazione delle energie di bene che sono negli altri”


CAGLIARI (2005-oggi)

“Amicizia è ritrovarsi nella speranza, accettando i cambiamenti propri e degli altri”


TRE COSE

Di tutto restano tre cose:

la certezza che stiamo sempre

iniziando,

la certezza che abbiamo bisogno di

continuare,

la certezza che saremo interrotti

prima di finire.

Pertanto, dobbiamo fare:

dell'interruzione un nuovo cammino,

della caduta un passo di danza,

della paura una scala,

del sogno un ponte,

del bisogno un incontro.

(Fernando Pessoa)

--- 

"L'accompagnamento spirituale

e le sfide del nostro tempo"




--- 

🔊Audio: Omelia S.Messa 19/03/2017  P.Enrico🔊

Deus ti salvet Maria

(Ave Maria in sardo, nella versione di De André)
 


Deus ti salvet, Maria

chi ses de gratias piena

de gratias ses sa vena

e sa currente.

Su Deus Onnipotente

cun tegus est istadu

pro chi t'hat preservadu

immaculada.

Beneitta e laudada

subra tottus gloriosa

Mamma, Fiza e Isposa

de su Segnore.

Beneittu su fiore

su fruttu de su sinu,

Gesus, Fiore Divinu,

Segnore nostru.

Pregade a Fizu 'ostru

pro nois peccadores

chi tottus sos errores

nos perdonet.

Ei sa gratia nos donet

in vida e in morte,

e in sa diciosa sorte

in Paradisu.

GRAZIE P. ENRICO!

 

martedì 14 marzo 2017

DEIDDA DAY

INCONTRO-FESTA

per gli 80 anni di P. Enrico Deidda sj

Il 18 e 19 marzo ci sarà a Cagliari un evento per festeggiare
il nostro amatissimo P. Enrico Deidda sj,
che circa venti anni fa diede inizio alla bellissima esperienza
degli Esercizi Spirituali per famiglie.

Molte famiglie si muoveranno anche dal "continente"
(come dicono i nostri amici sardi indicando chi proviene dalla Penisola)

per dimostrargli la profonda gratitudine
per il suo incessante e premuroso servizio a fianco delle famiglie.

Per chi non sarà presente,è stato predisposto uno  
STREAMING DELL'EVENTO,
a partire dalle h 16:15 di SAB 18 marzo.
Cliccate sul tasto-link sotto l'immagine:

sabato 11 marzo 2017

TANTE PROPOSTE SPIRITUALI IGNAZIANE PER COPPIE E FAMIGLIE

Proposte estive per coppie e famiglie 2017


Ecco raccolte in un unico volantino tutte le proposte di spiritualità ignaziana
per coppie e famiglie che si svolgeranno nell’estate 2017.







Nasce l’associazione della Rete delle Famiglie Ignaziane


Il 19 febbraio 2017 presso il noviziato dei gesuiti è nata l’associazione della 
Rete delle Famiglie Ignaziane. 
L’Associazione è apartitica, non ha scopo di lucro e svolge attività di promozione e utilità sociale.
Le finalità che si propone l’Associazione sono, in particolare: la promozione e la gestione degli Esercizi Spirituali Ignaziani nella loro forma e modalità consona all’identità della coppia e della famiglia (di seguito “EESS Familiari”), come strumento originale ed efficace di rinnovamento e approfondimento della fede in famiglia nonché di sostegno e promozione della famiglia.

https://retefamiglieignaziane.wordpress.com/

domenica 5 marzo 2017

Auguri P. Enrico!



Il 6 marzo 2017 Padre Enrico compie 80 anni.

Vogliamo festeggiarlo per il grande dono che è stato per tutti noi.

P. Enrico ha espressamente richiesto che non gli siano fatti regali,
quindi abbiamo pensato di fargli un dono un po' particolare:
esaudire un suo grande desiderio,
che da anni ci esprime ma non siamo mai riusciti a concretizzare.

Come sapete, ormai quasi venti anni fa
p. Enrico ebbe la profetica intuizione
degli Esercizi Spirituali per famiglie.
Il suo desiderio è che si possa consentire alle famiglie
che non se lo possono permettere economicamente
di partecipare agli Esercizi Spirituali.

Così, in occasione del suo 80esimo compleanno, gli dedicheremo il

FONDO DI SOLIDARIETA' PER GLI EESS PER FAMIGLIE !!!

Vi invitiamo a partecipare con le vostre donazioni,
inviando un bonifico alle seguenti coordinate bancarie della Banca Etica,
SCRIVENDO ESATTAMENTE LA CAUSALE INDICATA.

lunedì 27 febbraio 2017

venerdì 17 febbraio 2017

ROMA 2017: Famiglie al servizio di altre famiglie.


 L'incontro di coordinamento di Roma (28-29 gen. 2017):

famiglie al servizio di altre famiglie

 



"E’ stato veramente un momento importante per noi, credo che il passaggio più significativo sia stato quello delle risonanze di domenica mattina. Dopo le suggestioni di Padre Piva c’è stato un movimento del cuore da parte di tutti. Una profonda sintonia di intenti per far emergere quello che aveva commosso nel profondo lasciando lo spazio per aggiungere, non per riempire.

Vedere come tanti padri e madri si siano confrontati con il mistero della parola di Dio mi ha profondamente commosso. Mi è stato chiesto di fare da moderatore, pertanto ho potuto osservare tutti, dalla posizione privilegiata di chi siede in cattedra e deve catturare l’attenzione dei presenti.

Devo dire che però la mia prospettiva rispetto a ciò era completamente ribaltata: sono io che mi sono sentito spettatore stupito di tanti sguardi profondi e di tanta voglia di mettersi al servizio.

Credo che questa sia la dimensione più importante che mi riporto a casa e che, a distanza di qualche giorno, nel rientro alla quotidianità, affiora con più chiarezza.

Le famiglie degli esercizi vogliono mettersi al servizio delle altre famiglie, dei religiosi, di tutti quelli che sono in cerca. Vogliono mettere a disposizione il loro modo di stare insieme, di pregare insieme, di vivere insieme."

LA PAROLA-GUIDA PER GLI ESERCIZI SPIRITUALI 2017 


"La meditazione sul brano di Abramo (Genesi 22, 1-18) è stata molto profonda e alternativa, mi ha fatto capire ancora una volta, come l’Antico Testamento, anche se si chiama "antico", sia di fatto attualissimo.
Il concetto di famiglia come "comunità da evangelizzare" e quindi da aprire e re-interpretare sotto gli occhi di Dio, che vedono più in là ….. E sotto quello Sguardo affiorano gli egoismi, i vincoli, le schiavitù che apparentemente, nel sentire comune, sono amore, protezione, ovvietà.
Abramo ama suo figlio, ma in realtà lo possiede, ama il sentimento che lo lega al figlio e quello che il figlio rappresenta per lui. Dio vuole far maturare questo sentimento, lo vuole elevare ad un amore che sia “a mani aperte”.
Per fare questo Dio sceglie un intervento traumatico ma decisivo e chiede ad Abramo di offrire il figlio in sacrificio. Accettando questo Abramo rinuncia al possesso del figlio, anche al possesso affettivo, e lo dona.
E in quel momento lo riceve indietro, perché Dio non voleva "il sacrificio del figlio" ma "il sacrificio di Abramo", che in questo modo ha offerto a Dio il proprio desiderio e quello che il figlio rappresentava per lui. E’ una purificazione molto difficile anche da capire, perché arriva al cuore degli affetti familiari e mira al rinnovamento e alla maturazione profonda degli affetti all’interno della famiglia.
Cosicché, come ha detto Padre Piva, i legami affettivi all’interno della famiglia possono diventare fonte di dono per gli stessi membri e per la società, e non legami che chiudono verso l’interno.
E’ il ripensamento della famiglia in chiave cristiana che, portato alle sue estreme conseguenze logiche ed affettive, fa intravedere un potenziale effetto di accoglienza, di apertura, di comprensione, di inclusione della Chiesa come insieme di famiglie.
E’ un tema totalmente aperto, da esplorare, davanti al quale non dobbiamo temere, e accettare integralmente la radicale parola di Dio."


Angelo e Liliana, da Firenze